Storie

In Isola Verde per innestare una nuova vita

Vi racconto perché la cooperativa sociale Isola Verde è stata “l’Isola” di approdo e di valorizzazione della mia esistenza. Sono qui da dieci anni, i migliori che io abbia vissuto.

Prima ero preda di problemi di varia natura, il SERT si prese cura di me e quindi capite già quali furono le mie problematiche.

La cooperativa mi accolse per farmi imparare un lavoro e per guidarmi ad usare gli strumenti per superare le cause della mia patologia.

Ed eccomi qui in mezzo a giardini, fiori, prati, boschi, viali alberati, colleghi e tecnici, macchine ed attrezzi di ogni genere per curare la natura e me stesso.

Da subito mi sono sentito trattato da persona e non più da problema sociale, per me fu come la scoperta di un nuovo mondo, di una nuova prospettiva di vita.

I tecnici e gli esperti di questa cooperativa sono abili nell’insegnarti che le piante sono esseri viventi, che hanno bisogno di cure per crescere in salute ed in bellezza perché, si dice, la bellezza ci salverà.

Imparare a far bella la natura, mi ha aiutato a prendermi cura di me stesso. Sono certo che da solo non ce l’avrei fatta. Adesso sto meglio. Adesso amo questo lavoro, stimo le persone che mi hanno guidato, ho capito che sono competenti e fornite di lunghe e concrete esperienze professionali e formative.

Ho capito che le radici della mia vita erano buone, ma la pianta crebbe un po’ selvatica, l’innesto è servito a produrre buoni frutti. Oggi ho la fortuna di poter annunciare alla società che, grazie ad Isola Verde, ha un “problema” in meno.