Testimonianze

Questo gruppo di ragazzi appena ventenni, mese dopo mese, anno dopo anno hanno creduto concretamente in Isola Verde

Verbania è alla una ricerca di una nuova identità, al termine di un lungo periodo industriale, che ha contraddistinto e caratterizzato la vita economica e sociale della nostra città.

Un gruppo di studenti neo-diplomati, provenienti dal noto Istituto Tecnico Industriale “L.Cobianchi” di Verbania, sostenuti da un drappello di amici più maturi, e guidati da un operatore Mauro Francioli, avviano un’esperienza lavorativa, che appare più una scommessa, che una vera possibile e duratura opportunità di lavoro.

Questo gruppo di ragazzi appena ventenni, mese dopo mese, anno dopo anno hanno creduto concretamente in Isola Verde vivendola sempre più come soluzione imprenditoriale della loro vita.

Ora dopo trent’anni volgendo lo sguardo alle nostre spalle vediamo scorrere i fotogrammi di un film impossibile, ma la nostra decisione, caparbietà, il nostro credere nei valori della partecipazione della condivisione, e quella particolare propensione all’accoglienza di tutte quelle persone che per certi modi sono meno abili o fortunati di noi, ci ha consentito di strutturare, consolidare un soggetto forte, capace di segnare in modo importante, il sistema di welfare cittadino.

Volgendo lo sguardo d’innanzi, ci vediamo impegnati in un futuro denso di difficoltà, ma certi di poter vivere da protagonisti il nostro ruolo di soggetto economicamente impegnato a sostenere le  nuove forme sociali di disagio.

E’ nostro dovere ringraziare tutti i fondatori, e tutti coloro che passando in Isola Verde hanno contribuito a costruire un’insostituibile strumento di welfare sociale.

Massimo Forni